Dieta per dimagrire

Innumerevoli diete in internet e sulle riviste dovrebbero aiutare a perdere peso. Purtroppo, non tutte hanno successo. Vogliamo parlarti di tre diete popolari.

Le diete sono in voga in tutto il mondo e per una buona ragione: la gente sta diventando sempre più grassa. Le cifre attuali dell'OMS mostrano che 1,9 miliardi di adulti e 340 milioni di bambini sono in sovrappeso. Questo può anche portare problemi di salute, come un maggior rischio di malattie cardiovascolari, diabete e cancro [1].

Mentre alcune diete possono sciogliere rapidamente i chili, l'effetto yo-yo spesso mette i bastoni tra le ruote - non appena si ricade nelle vecchie abitudini alimentari, il peso sale di nuovo alle stelle. Alcune diete ti mettono anche a rischio di sviluppare carenze nutrizionali. In breve, si può sbagliare molto con le diete!

Con questo articolo, vogliamo aiutarti a navigare meglio nella giungla delle diete. Diamo uno sguardo più da vicino a tre diete popolari - la dieta di restrizione calorica, la dieta a basso contenuto di carboidrati e la dieta a basso contenuto di grassi: quali sono le differenze, i vantaggi e gli svantaggi di queste diete? Ti diamo anche i nostri migliori consigli che dovresti assolutamente considerare quando cerchi di perdere peso!

Cos'è la restrizione calorica?

La restrizione calorica è usata dai nutrizionisti principalmente per le persone che sono molto sovrappeso o obese. In questo processo, il corpo riceve da 500 a 600 chilocalorie in meno al giorno rispetto alle sue reali necessità. Il deficit energetico che ne risulta fa perdere alle persone in sovrappeso una media di 0,5 chilogrammi alla settimana [2].

In alcuni casi, le persone obese possono avere bisogno di ridurre le calorie in modo significativo a breve termine se ci sono ragioni mediche per farlo. Tuttavia, tali misure sono sempre accompagnate da nutrizionisti e medici!

Quando sono in sovrappeso? L'indice di massa corporea (BMI) misura il rapporto tra il peso corporeo e la taglia del corpo: peso corporeo [kg] / taglia del corpo [m²]. Molto approssimativamente: se il BMI è superiore a 25, si parla di sovrappeso. La circonferenza della vita è una misura più significativa. Una circonferenza della vita superiore a 80 cm per le donne e superiore a 94 cm per gli uomini indica sovrappeso [3].

Importante: quante calorie puoi e puoi risparmiare ogni giorno dipende da quanta energia il tuo corpo ha effettivamente bisogno. Per esempio, il tuo fabbisogno energetico dipende da [4]:

  • peso corporeo attuale e composizione corporea (per esempio, la quantità di grasso e muscoli nel tuo corpo);
  • sesso, età e stato di salute;
  • origine etnica;
  • temperatura ambiente;
  • attività fisica.

Ecco perché ha senso un piano dietetico individuale per perdere peso, fatto dal nutrizionista.

Con il Test DNA Metabolismo cerascreen® puoi scoprire quale dieta è adatta al tuo DNA. Con questo test vengono analizzati 7 geni legati al metabolismo, al sovrappeso, alla sensazione di sazietà e alla perdita di grasso. Dopo aver prelevato un campione di saliva utilizzando il kit del test, ed averlo inviato al nostro laboratorio specializzato, riceverai un referto online con una soluzione individuale per te basata sui tuoi geni del metabolismo.

Come sono legati i bisogni energetici, l'assunzione di calorie e la perdita di peso?

Il fabbisogno energetico è una quantità specifica di energia dal cibo che il corpo utilizza senza immagazzinare o perdere energia (cioè le calorie), tenendo conto di tutti i fattori elencati sopra [4].

Per esempio: hai un fabbisogno energetico giornaliero di 2.000 chilocalorie. Se dai al tuo corpo esattamente questa quantità, non perderai né prenderai peso. Se invece gli dai solo 1.800 chilocalorie, il tuo corpo dovrà attingere alle sue riserve di energia. Può utilizzare le molecole di grasso nelle cellule adipose, le molecole di zucchero nel fegato e le proteine della massa muscolare. Il corpo consuma quindi l'energia immagazzinata, per cui i chili si sciolgono: si perde peso! Puoi far calcolare il tuo fabbisogno energetico da uno specialista in medicina dello sport. 

Risparmiare 500 calorie al giorno

Vantaggi e svantaggi della restrizione calorica

La restrizione calorica si basa sulla famosa formula per il successo della perdita di peso: quando il corpo usa più energia di quella che riceve, perde peso. Il principio della dieta è plausibile, ma in pratica non è così facile da attuare.

Dovresti scoprire in anticipo esattamente quanto è alto il tuo fabbisogno energetico - per poter poi risparmiare le calorie corrispondenti. È inoltre necessario studiare in dettaglio i singoli alimenti e bevande e calcolare quali quantità si dovrebbero mangiare e bere per non superare il numero totale di calorie al giorno. Allo stesso tempo, è necessario tenere d'occhio tutti i gruppi di nutrienti importanti per non sviluppare carenze.

Tabella: vantaggi e svantaggi della restrizione calorica

Vantaggi della restrizione calorica

Svantaggi della restrizione calorica

Perdita di peso lenta e controllata

I bisogni energetici dovrebbero essere determinati da un medico

Ideale per le persone gravemente sovrappeso e obese che sono accompagnate dalla terapia nutrizionale

Rischio di malnutrizione se si limitano troppo le calorie o alcuni alimenti

Consapevolezza del cibo e del mangiare sano - cosa ha poche calorie, molti nutrienti e mi mantiene sazio?

Contare le calorie richiede tempo

Determinare la densità energetica invece di contare le calorie

Vuoi risparmiare calorie? Scegli allora il tuo cibo in base alla densità energetica (e senza contare le calorie). Questo è molto più comodo nella vita quotidiana! Si può quindi mangiare praticamente tutto, ma più degli alimenti a bassa densità energetica e molto meno di quelli ad alta densità energetica.

Cosa significa densità di energia? La densità energetica è il contenuto energetico di un alimento in chilocalorie per 100 grammi. Gli alimenti a bassa e media densità energetica hanno un massimo di 225 chilocalorie per 100 grammi.  Gli alimenti ad alta densità energetica contengono più di 225 chilocalorie per 100 grammi [5].

Gli alimenti a bassa densità energetica di solito contengono molta acqua e fibre. Questi includono, per esempio, frutta, verdura e zuppe chiare. Gli alimenti ad alta densità energetica tendono ad essere altamente elaborati, contengono poca acqua e fibre, ma molti grassi e zuccheri. Gli esempi includono dolci, snack, maionese, così come cibi fritti e salsicce.

Cos'è la dieta low carb?

"Low carb" si traduce come "pochi carboidrati". Con questo tipo di dieta, si evita in gran parte lo zucchero, la farina bianca e altri alimenti contenenti carboidrati. Quanti e quali carboidrati ti è permesso consumare dipende da quale forma di dieta low carb stai seguendo. Atkins, GLYX, o LOGI dieta o dieta chetogenica - ci sono molte possibilità.

Gli esperti parlano di una [7]:

  • dieta moderata a basso contenuto di carboidrati da una proporzione del 45% di carboidrati e meno;
  • dieta a bassissimo contenuto di carboidrati con una proporzione inferiore al 10% di carboidrati al giorno. Questo corrisponde a circa 50 grammi di carboidrati, come quelli contenuti in 2 fette spesse di pane integrale.

Cibo a basso contenuto di carboidrati

Come funzionano le diete a basso contenuto di carboidrati?

Quando si rinuncia ai carboidrati, il metabolismo cambia: i carboidrati sono in realtà il cibo energetico preferito dal nostro corpo, perché possono essere utilizzati particolarmente rapidamente. Se mancano i carboidrati dello zucchero, del pane o della pasta, il corpo ottiene la sua alimentazione energetica dai grassi e dalle proteine del cibo. Quando digerisci le proteine, però, il tuo corpo deve spendere molta più energia, il che significa che brucia più calorie nel processo rispetto a quando digerisce i carboidrati [8].

Inoltre, il tuo corpo va alle tue riserve di grasso per compensare la mancanza di energia dai carboidrati. È così che si perde peso!

Diete a basso contenuto di carboidrati e livelli di zucchero nel sangue

La dieta low carb ha anche un impatto sui livelli di zucchero nel sangue. Tutto ha a che fare con il metabolismo degli zuccheri del tuo corpo e l'ormone insulina: quando hai mangiato molti carboidrati, i livelli di zucchero nel sangue salgono vertiginosamente. Il corpo secerne insulina per trasportare lo zucchero nelle cellule.Un successivo rapido calo di zuccheri nel sangue è particolarmente pericoloso per le persone con diabete.

Poiché viene secreta meno insulina quando si rinuncia ai carboidrati, la glicemia rimane più costante. I sostenitori del low carb ritengono che questa dieta migliora il metabolismo degli zuccheri nel sangue e aiuta il corpo a scomporre il grasso più facilmente [7].

Di regola, i carboidrati in una dieta low carb sono sostituiti da maggiori quantità di proteine e grassi.

Vantaggi e svantaggi della dieta low carb

Si può perdere peso con una dieta a basso contenuto di carboidrati. Uno studio, per esempio, ha mostrato che le persone in sovrappeso bruciano significativamente più calorie quando passano a una dieta a basso contenuto di carboidrati. I ricercatori hanno potuto dimostrare che il metabolismo energetico (cioè la quantità di energia consumata) è aumentato semplicemente perché il corpo deve digerire più grassi e proteine [9]. Un altro vantaggio della dieta a basso contenuto di carboidrati è che i grassi e le proteine sono molto riempitivi.

D'altra parte, gli esperti sono piuttosto critici nei confronti di una dieta ad alto contenuto di grassi e proteine, poiché molte persone ricorrono a cibi di origine animale. Di conseguenza, consumano più acidi grassi saturi, che in grandi concentrazioni possono essere dannosi per la salute del cuore. Una dieta iperproteica può anche aumentare i livelli di acido urico, il che potrebbe portare alla gotta [10].  

Uno studio ha anche scoperto che in determinate circostanze, una dieta a basso contenuto di carboidrati può accorciare l'aspettativa di vita fino a quattro anni [11]. Il ragionamento dei ricercatori: coloro che seguono una dieta a basso contenuto di carboidrati e consumano troppo poca frutta, verdura e cereali integrali, ma più prodotti animali, promuovono automaticamente l'infiammazione nel corpo. Lo stress ossidativo è aumentato e il processo di invecchiamento accelera, con un conseguente aumento del rischio di morte.

Quindi l'esatta composizione della dieta in una dieta low carb sembra essere la chiave!

Il nostro consiglio: se vuoi ridurre i carboidrati nella tua dieta, evita i cibi pronti e gli alimenti altamente lavorati (come torte, zucchero, pasticcini, pizza o bevande dolci). Mangia frutta fresca, verdura e cereali integrali. I prodotti integrali in particolare riempiono a lungo e favoriscono la salute.

Qui troverai una panoramica dei vantaggi e degli svantaggi della dieta low carb:

Vantaggi della dieta low carb

Svantaggi della dieta low carb

Perdere peso è possibile, perché il corpo cambia il metabolismo

Troppi alimenti di origine animale a lungo termine aumentano il rischio di malattie cardiovascolari e di gotta

L'alto contenuto di proteine e grassi nella dieta ti mantiene sazio a lungo

È possibile un'assunzione troppo scarsa di vitamine, minerali e fibre

Meno fluttuazioni di zucchero nel sangue e attacchi di fame

Cos'è la dieta a basso contenuto di grassi?

"Low-fat" si traduce in "poco grasso". In questa dieta, si dovrebbe generalmente consumare meno del 30 per cento di grassi, di cui meno del 10 per cento sono grassi saturi, dalla tua dieta [7]. Sostituisci il burro, l'olio e i cibi ad alto contenuto di grassi con alternative magre.

Cosa sono gli acidi grassi saturi?

Gli acidi grassi saturi sono considerati grassi malsani. Stimolano la produzione di colesterolo nel corpo e aumentano il livello di trigliceridi nel sangue. I trigliceridi servono come trasportatori di energia, ma in quantità elevate possono promuovere lo sviluppo di malattie cardiovascolari. Gli acidi grassi saturi si trovano prevalentemente nei grassi animali come il burro, la carne e la salsiccia [14].

Come funziona la dieta a basso contenuto di grassi?

Con nove chilocalorie per grammo, il grasso fornisce il doppio delle calorie rispetto alla stessa quantità di carboidrati o proteine. Se si riducono i grassi, si può teoricamente abbassare l'apporto energetico complessivo e perdere peso di conseguenza.

Gli alimenti consentiti sono verdure, frutta, carni magre, latticini a basso contenuto di grassi, pesce, legumi e carboidrati come pasta, pane, riso e patate. Non ci sono restrizioni sui carboidrati - sono senza grassi.

Vantaggi e svantaggi della dieta a basso contenuto di grassi

L'assunzione di acidi grassi saturi dovrebbe essere ridotta, il che fa bene alla salute. Ma attenzione: quando si segue una dieta a basso contenuto di grassi, molte persone si rivolgono a prodotti leggeri del supermercato. Questi sono di solito pieni di zucchero - quindi le calorie risparmiate vengono spesso riassunte senza rendersene conto [15]!

La dieta a basso contenuto di grassi era molto popolare. Lo studio CARMEN (studio di 5 centri di ricerca europei sulla nutrizione e la salute del cuore) del 2000 ha dimostrato che le persone leggermente in sovrappeso possono perdere peso con una dieta a basso contenuto di grassi [16]. Allo stesso tempo, gli esperti avvertono che le diete a basso contenuto di grassi hanno un effetto negativo sui livelli di lipidi nel sangue. Se gli acidi grassi polinsaturi degli oli vegetali e di pesce, che sono essenziali per la vita, vengono omessi, il livello di colesterolo buono HDL può scendere [17].

Quello che molti non sanno: i grassi non sono intrinsecamente negativi. In particolare, gli acidi grassi sani omega-3 e omega-6 delle noci e dei frutti di mare grassi dovrebbero essere regolarmente inclusi nella vostra dieta. Regolano la circolazione del sangue e sono importanti elementi costitutivi delle nostre membrane cellulari, soprattutto nelle cellule del cuore e del cervello.

Inoltre, gli esperti raccomandano di non sostituire i grassi salvati con carboidrati semplici come pane bianco, zucchero, dolci o pasticcini. Riempiono solo per poco tempo e il corpo può convertirli in trigliceridi dannosi. Scegliere più cibi a base vegetale come verdura, frutta e cereali integrali.

Tabelle: Vor- und Nachteile der Low-Fat-Diät

Vantaggi della dieta a basso contenuto di grassi

Svantaggi della dieta a basso contenuto di grassi

Perdere peso è possibile perché il grasso è il nutriente più calorico

Prodotti a basso contenuto di grassi per lo più arricchiti con molto zucchero (nessun effetto di perdita di peso)

Gli acidi grassi saturi malsani sono limitati

Gli acidi grassi polinsaturi sani possono essere trascurati

Le raccomandazioni per l'assunzione di grassi corrispondono a quelle delle società di nutrizione per una dieta sana.

Troppi carboidrati semplici peggiorano i valori dei grassi nel sangue

Il nostro consiglio: se vuoi risparmiare grasso, allora fai attenzione alla qualità dei grassi - non rinunciare a oli sani come l'olio d'oliva, l'olio di noci, e i semi. Risparmia calorie mangiando meno salsicce, carne e latticini grassi!

10 consigli per dimagrire

Il confronto delle tre diete ha mostrato che tutte  hanno certi vantaggi e possono aiutare a perdere peso. Ma hanno anche delle insidie e dei rischi di cui bisogna essere consapevoli.

Lo sapevi? Una dieta di successo non dipende solo dalla giusta alimentazione. Infatti, anche gli ormoni giocano un ruolo cruciale nella perdita di peso. Se l'equilibrio di certi ormoni fluttua, anche il peso spesso fluttua. I chili persi possono tornare bruscamente[17].

Se hai preso la decisione di perdere peso, hai già fatto il passo più importante. Non devi fare i prossimi passi da solo - fatti aiutare! Prendi un appuntamento con il tuo medico di famiglia per un controllo e discuti le tue opzioni in base ai risultati. Scopri la consulenza nutrizionale.

Abbiamo anche alcuni consigli per te che ti aiuteranno sicuramente ad avvicinarti al tuo peso desiderato. 

  1. Fissare obiettivi realistici e raggiungibili! Festeggia regolarmente le pietre miliari che ti motivano a continuare.
  2. Esercizio! Quando si fa esercizio, il corpo brucia calorie e si perde peso più velocemente. Rafforzerai anche il tuo sistema cardiovascolare e la tua salute. Cerca anche di muoverti di più nella vostra tua quotidiana - ogni passo e ogni rampa di scale conta.
  3. Più colorato è, meglio è! Mangia una dieta equilibrata e varia con molta frutta e verdura fresca. Mangia carboidrati sani come prodotti integrali e patate - ti fanno sentire sazio a lungo.
  4. Grassi buoni! Prepara i tuoi pasti con pochi oli vegetali. Evita cibi impanati o fritti.
  5. Fare il pieno di proteine! Le carni magre e i frutti di mare grassi (come il salmone) sono le migliori fonti di proteine che riempiono bene. Allo stesso tempo, si evitano i grassi saturi e si forniscono al corpo, attraverso il pesce, un sacco di acidi grassi omega 3 salutari per il cuore. Legumi e prodotti di soia, ricotta a basso contenuto di grassi e uova (con moderazione) sono buone alternative vegetariane.
  6. Acqua, acqua, acqua! Puoi ridurre le calorie non necessarie delle bibite e dei succhi di frutta. Si può condire qualsiasi acqua con menta fresca, limone - o altre fette di frutta. Anche i tè non zuccherati sono ottimi.
  7. Hai voglia di uno spuntino? Frutta fresca con yogurt, una manciata di noci o verdura con formaggio cagliato forniscono vitamine, minerali e il riempimento di proteine e fibre. 
  8. Leggi le liste degli ingredienti degli alimenti prima che finiscano nel tuo carrello. La regola generale: più breve è la lista degli ingredienti, più naturale e non trasformato è il prodotto, e meno grassi, zuccheri e conservanti contiene. Riduci le calorie inutili!
  9. Nessun divieto! Un piccolo spuntino è permesso: preferibilmente subito dopo i pasti e in piccole quantità!
  10. Premiati! Hai raggiunto un obiettivo? Eccellente, dovresti festeggiare - ma non con il cibo! Pensa a cosa ti farebbe bene adesso: un lungo bagno, leggere la tua rivista preferita, un nuovo capo di abbigliamento?

In sintesi

Cos'è la restrizione calorica?

Questo metodo dietetico è usato dagli esperti per le persone gravemente in sovrappeso o obese. Nel processo, il corpo riceve ogni giorno da 500 a 600 chilocalorie in meno rispetto alle sue reali necessità. Il deficit energetico che ne risulta fa perdere peso. Tuttavia, quante calorie puoi effettivamente risparmiare dipende dal tuo fabbisogno energetico. Questo è individuale e dovrebbe essere calcolato prima di usare questo metodo. Si consiglia di rivolgersi ad un nutrizionista.

Cos'è una dieta a basso contenuto di carboidrati?

"Low carb" significa "pochi carboidrati". Con questo tipo di dieta, si evita in gran parte lo zucchero, la farina bianca e altri alimenti contenenti carboidrati. Quanti e quali carboidrati ti è permesso consumare dipende da quale forma di dieta low carb stai seguendo. Quando i carboidrati costituiscono meno del 50% della tua dieta, stai seguendo una dieta a basso contenuto di carboidrati.

Cos'è una dieta a basso contenuto di grassi?

"Low-fat" si traduce in "poco grasso". In questa dieta, si suppone generalmente di consumare meno del 30 per cento di grassi, meno del 10 per cento dei quali sono grassi saturi, dalla dieta. Sostituisci il burro, l'olio e i cibi ad alto contenuto di grassi con alternative magre.

Cosa mi aiuta a perdere peso?

Se vuoi perdere peso, ha senso fare un controllo con il tuo medico di famiglia. Informati sui consigli nutrizionali e poniti degli obiettivi realistici che puoi raggiungere. Puoi trovare altri preziosi consigli più in alto nell'articolo.

Bibliografia

[1] World Health Organization (WHO), „Obesity and overweight“, Apr. 01, 2020. https://www.who.int/news-room/fact-sheets/detail/obesity-and-overweight (zugegriffen Dez. 17, 2020).

[2] Deutsche Adipositas-Gesellschaft (DAG) e.V., Deutsche Diabetes Gesellschaft (DDG), Deutsche Gesellschaft für Ernährung (DGE) e.V, Deutsche Gesellschaft für Ernährungsmedizin, und (DGEM) e.V., „S3-Leitlinie: Interdisziplinäre Leitlinie der Qualität S3 zur ‚Prävention und Therapie der Adipositas‘“, Arbeitsgemeinschaft der Wissenschaftlichen Medizinischen Fachgesellschaften e.V. (AWMF) e.V., 2014. https://www.awmf.org/leitlinien/detail/ll/050-001.html (zugegriffen Dez. 21, 2020).

[3] „Why is my waist size important?“, nhs.uk, Juni 26, 2018. https://www.nhs.uk/common-health-questions/lifestyle/why-is-my-waist-size-important/ (zugegriffen Dez. 21, 2020).

[4] Deutsche Gesellschaft für Ernährung e. V., „Ausgewählte Fragen und Antworten zur Energiezufuhr“. Deutschen Gesellschaft für Ernährung e. V. (DGE), Juni 2015, Zugegriffen: Dez. 21, 2020. [Online]. Verfügbar unter: https://www.dge.de/fileadmin/public/doc/ws/faq/FAQs-Energie.pdf.

[5] Deutsche Gesellschaft für Ernährung (DGE) e.V, „Energiedichte – Biss für Biss das Körpergewicht senken“. 2014, Zugegriffen: Jan. 07, 2021. [Online]. Verfügbar unter: https://www.in-form.de/fileadmin/Dokumente/Materialien/dge_energiedichte_140623.pdf.

[6] Deutsche Gesellschaft für Ernährung e.V. (DGE), „Refernzwerte - Kohlenhydrate, Ballaststoffe“, 2020. https://www.dge.de/wissenschaft/referenzwerte/kohlenhydrate-ballaststoffe/?L=0 (zugegriffen Dez. 22, 2020).

[7] L. Hofmann, „Low-Carb - Für Diabetiker geeignet“, Bundeszentrum für Ernährung, Mai 23, 2018. https://www.bzfe.de/service/news/aktuelle-meldungen/news-archiv/meldungen-2018/mai/low-carb/ (zugegriffen Dez. 22, 2020).

[8] T. Müller, „Low-Carb-Diät erleichtert offenbar das Abnehmen“, AerzteZeitung.de, Nov. 29, 2018. https://www.aerztezeitung.de/Medizin/Low-Carb-Diaet-erleichtert-offenbar-das-Abnehmen-231793.html (zugegriffen Jan. 04, 2021).

[9] C. B. Ebbeling u. a., „Effects of a low carbohydrate diet on energy expenditure during weight loss maintenance: randomized trial“, BMJ, Bd. 363, S. k4583, Nov. 2018, doi: 10.1136/bmj.k4583.

[10] Deutsche Gesellschaft für Ernährung (DGE) e.V, „‚Essen und Trinken bei Gicht‘“, 2014. https://www.dge.de/presse/pm/essen-und-trinken-bei-gicht/ (zugegriffen Jan. 04, 2021).

[11] S. B. Seidelmann u. a., „Dietary carbohydrate intake and mortality: a prospective cohort study and meta-analysis“, The Lancet Public Health, Bd. 3, Nr. 9, S. e419–e428, Sep. 2018, doi: 10.1016/S2468-2667(18)30135-X.

[12] Deutsche Gesellschaft für Ernährung (DGE) e.V, „Fett, essenzielle Fettsäuren“, 2021. https://www.dge.de/wissenschaft/referenzwerte/fett/?L=0 (zugegriffen Jan. 05, 2021).

[13] Deutsche Gesellschaft für Ernährung (DGE) e.V, „DGE-Ernährungskreis - Öle und Fette“, 2019. https://www.dge-ernaehrungskreis.de/lebensmittelgruppen/oele-und-fette/ (zugegriffen Jan. 05, 2021).

[14] Deutsche Gesellschaft für Ernährung (DGE) e.V, „DGE empfiehlt: Auf Fettmenge und -qualität achten“, März 24, 2015. https://www.dge.de/presse/pm/dge-empfiehlt-auf-fettmenge-und-qualitaet-achten/ (zugegriffen Jan. 05, 2021).

[15] „Light-Produkte - Verbraucherzentrale Mecklenburg-Vorpommern“. https://projekte.meine-verbraucherzentrale.de/DE-MV/light-produkte (zugegriffen Jan. 05, 2021).

[16] W. H. Saris u. a., „Randomized controlled trial of changes in dietary carbohydrate/fat ratio and simple vs complex carbohydrates on body weight and blood lipids: the CARMEN study. The Carbohydrate Ratio Management in European National diets“, Int J Obes Relat Metab Disord, Bd. 24, Nr. 10, S. 1310–1318, Okt. 2000, doi: 10.1038/sj.ijo.0801451.

[17] M. Lu, Y. Wan, B. Yang, C. E. Huggins, und D. Li, „Effects of low-fat compared with high-fat diet on cardiometabolic indicators in people with overweight and obesity without overt metabolic disturbance: a systematic review and meta-analysis of randomised controlled trials“, British Journal of Nutrition, Bd. 119, Nr. 1, S. 96–108, Jan. 2018, doi: 10.1017/S0007114517002902.

[18] Krankenkassen Deutschland, „Ernährungsberatung: Was Krankenkassen zahlen - Krankenkassen.de“, 2021. https://www.krankenkassen.de/gesetzliche-krankenkassen/leistungen-gesetzliche-krankenkassen/gesundheit/ernaehrungsberatung/ (zugegriffen Jan. 05, 2021).

Contenuto