Come migliorare i tuoi livelli di zucchero nel sangue

422 milioni di persone nel mondo soffrono di diabete. La maggioranza di questi combatte contro le forti oscillazioni di zucchero nel sangue e con gli effetti associati sui sistemi neurologici e cardiovascolari. Con esercizio, la giusta dieta e il digiuno, puoi tenere i tuoi valori sotto controllo!

Che siano orsetti gommosi, liquirizia o cioccolato, i dolci sono sempre stati considerati la causa scatenante del diabete. Ma non è necessariamente lo zucchero che provoca il diabete. Come hanno dimostrato delle ricerche, una dieta poco equilibrata e l’obesità aumentano i livelli di zucchero nel sangue causando il diabete mellito di tipo 2. Anche bambini e adulti in salute e atletici possono sviluppare il diabete di tipo 1, che è normalmente provocato da fattori genetici.

Il rischio di zucchero nel sangue e diabete può essere calcolato con il valore di zucchero nel sangue a lungo termine HbA1c. In questo articolo, spiegheremo cos’è questo valore e cosa si può fare per l’ipoglicemia o l’iperglicemia.

Diabete mellito

Il valore dello zucchero nel sangue a lungo termine è particolarmente rilevante per le persone che soffrono di diabete. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO), il diabete mellito è uno dei disturbi più comuni, con circa 422 milioni di persone diabetiche nel mondo nel 2014. Il diabete di tipo 2 è particolarmente prevalente tra gli anziani.

Al fine di comprendere realmente il quadro clinico del diffuso disturbo diabetico, è importante essere in grado di classificare i termini più importanti relativi a questo disturbo: pancreas, insulina, zucchero nel sangue, diabete di tipo 1 e di tipo 2.

Cos’è l’insulina?

Il pancreas produce l’ormone insulina. Essa regola lo zucchero nel sangue, ovvero il contenuto di glucosio nel sangue e serve come una chiave. Essa apre la membrana cellulare dall’esterno così che il sangue nello zucchero possa entrare nella cellula e fornirle energia. Una volta che lo zucchero è arrivato nella cellula, il contenuto di zucchero nel sangue cala [1].

Generalmente, l’insulina permette allo zucchero di entrare nelle cellule. Nel caso di diabete mellito, il corpo non può trasportare lo zucchero nel sangue all’interno delle cellule. Lo zucchero (glucosio) continua a circolare nel sangue, causando un aumento dello zucchero nel sangue. Il diabete è causato da una carenza di insulina o da insulina inutilizzabile. Esistono tre forme diverse:

  • Diabete mellito di tipo 1 – carenza assoluta di insulina
  • Diabete mellito di tipo 2 – carenza relativa di insulina
  • Diabete gestazionale – carenza relativa di insulina durante la gravidanza

La differenza tra il diabete mellito di tipo 1 e di tipo 2

Nel caso del diabete di tipo 1, il pancreas non produce più insulina perché è stato alterato da infezioni virali o da predisposizioni genetiche. Il diabete di tipo 1 interessa bambini e adolescenti . Dall’altra parte, il diabete di tipo 2 risulta maggiormente da una dieta poco salutare e dall’obesità: In questo disturbo, il pancreas produce l’insulina ma non può aprire le membrane cellulari. Le cellule grasse ostacolano l’insulina. Questo è il motivo per cui il glucosio rimane nel sangue e lo zucchero nel sangue aumenta [2].

Rischio di diabete dovuto a una carenza di vitamina D

Buono a sapersi:ÊVi è una divisione tra nord e sud Europa in fatto di diabete mellito di tipo 1. In Scandinavia, ne sono colpite molte più persone che nel sud Europa. I ricercatori ritengono che le cause genetiche siano responsabili di una carenza da vitamina D, il che è molto diffuso nel nord Europa. La vitamina D del sole dovrebbe proteggere il pancreas da infezioni che indeboliscono la sua funzione[3].

Diabete gestazionale

Il diabete gestazionale è un quadro clinico relativamente comune. Nella maggior parte dei casi, livelli elevati di zucchero nel sangue si riscontrano nella seconda metà della gravidanza. I seguenti fattori aumentano il rischio di sviluppare diabete di tipo 2 durante la gravidanza[4]:

  • Donne incinta che soffrono di obesità grave.
  • Donne che hanno già sviluppato il diabete in una precedente gravidanza.
  • Il diabete di tipo 2 è comune nella famiglia della donna.

Pertanto, dovresti sottoporti ad analisi mediche regolari. Se ti hanno diagnosticato il diabete gestazionale, controlla i tuoi livelli di zucchero nel sangue. Nel peggiore dei casi, il diabete gestazionale non curato può portare a un aborto spontaneo. Dopo la nascita del bambino, questa forma di diabete normalmente si risolve da sé[5].

Conoscenza attuale - L'allattamento protegge contro il diabete mellito di tipo 2

L'Istituto di ricerca alimentare tedesco ha analizzato il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 nelle madri che allattano. Lo studio ha mostrato che le partecipanti che non allattano hanno dimostrato una tendenza maggiore[6]. I ricercatori al Centro tedesco per la Ricerca del Diabete sospettano che allattare protegge le donne dal diabete di tipo 2 quando hanno un diabete gestazionale.[7].

Zucchero nel sangue e HbA1c

Lo zucchero è come una benzina per il corpo. Il nostro cervello, i muscoli e gli organi funzionano a velocità massima quando l’insulina gli fornisce questa fonte di energia. Il pane, le patate, il riso, la frutta e i dolci contengono carboidrati, catene chimiche di zuccheri. Essi sono fatti di glucosio o fruttosio, che viene convertito in glucosio nel corpo. Anche nella bocca, le sostanze contenute nella saliva smontano i carboidrati a catena lunga in molecole di glucosio. Soltanto in questa forma il corpo può introdurre i carboidrati nel flusso sanguigno attraverso la membrana mucosa dell’intestino tenue: lo zucchero nel sangue aumenta e il pancreas rilascia insulina.

Quali livelli di zucchero nel sangue sono considerati normali?

I medici misurano lo zucchero nel sangue con l’unità internazionale millimoli per litro (mmol/L). In Germania, l’unità milligrammi per decilitri (mg/dl) viene spesso usata. Il tuo zucchero nel sangue è all’interno di una serie salutare se stai digiunando o se hai mangiato[8, 9].

Stato di salute/ valori target in momenti specifici

Al risveglio (a digiuno)

Prima di mangiare

Almeno 90 minuti dopo aver mangiato

ÒsalutareÒ

72-108 mg/dl

< 140 mg/dl

Diabete mellito di tipo 2

72-126 mg/dl

< 153 mg/dl

Diabete mellito di tipo 1

90-126 mg/dl

72-126 mg/dl

90-162 mg/dl

Bambini con diabete

72-126 mg/dl

72-126 mg/dl

90-162 mg/dl

Modificato da: National Institute for Health and Care Excellence

Buono a sapersi:ÊPer convertire il valore di zucchero nel sangue da mg/dl a mmol/L, devi dividere il valore per 18. 72 mg/dl sono quindi 4 mmol/L.

Disequilibrio di zucchero nel sangue e conseguenze

Per un diabetico è difficile mantenere dei buoni livelli di zucchero nel sangue. Comunque, con la giusta terapia e il giusto stile di vita, puoi puntare a dei buoni livelli di zucchero nel sangue, evitando le conseguenze delle sue oscillazioni. Sia l’ipoglicemia che l’iperglicemia hanno degli effetti negativi sul tuo corpo.

Se il tuo zucchero nel sangue scende a un livello molto basso, questo può portare a convulsioni, oltre ai sintomi comuni. Nel peggiore dei casi, una grave ipoglicemia può portare a perdite di conoscenza [15].

L’iperglicemia per un lungo periodo di tempo è associata a danni a lungo termine. Danni alle cellule nervose provocano torpore, soprattutto nei piedi. Le molecole saccarificate vengono sempre più depositate nell’occhio, il che può portare a una visione alterata. Elevati livelli di zucchero nel sangue possono anche creare problemi ai reni e ai vasi sanguigni. Il rischio di sviluppare disturbi renali o soffrire di ictus aumenta [16].

Conoscenza attuale: Elevati livelli di zucchero nel sangue e di HbA1c alterano il cervello

Secondo le ultime ricerche, il tuo cervello invecchia più velocemente se soffri di diabete con continua iperglicemia. Nello studio, il cervello di un diabetico aveva cinque anni di più del volontario stesso. Analogamente, il diabete può promuovere l’insorgenza della demenza . Al fine di ridurne il rischio, i pazienti dovrebbero provare a raggiungere un livello ottimale di HbA1c con il giusto trattamento[19].

Cosa costituisce un livello elevato di zucchero nel sangue?

I medici considerano un livello elevato di zucchero nel sangue quando lo zucchero nel sangue a digiuno supera i 126 milligrammi per decilitro. Dal momento che il corpo rilascia dei quantitativi notevoli di ormone dello stress cortisolo al mattino, lo zucchero nel sangue a digiuno può essere superiore a 126 mg/dl al mattino. Il cortisolo aumenta la quantità di glucosio nel sangue[10, 11].

Il ragazzo con il livello di zucchero nel sangue più elevato al mondo: l’americano Michael Buonocore è stato ricoverato nel 2008 con un livello di zucchero nel sangue pari a 2656 mg/dl. Gli è stato diagnosticato il diabete mellito di tipo 1[12].

Cos’è il valore HbA1c?

Lo zucchero nel sangue a lungo termine HbA1c indica il tuo livello di zucchero nel sangue medio in circa tre mesi. Lo zucchero si attacca all’emoglobina, pigmento del sangue, provocando una “saccarificazione”. Chiamiamo il pigmento del sangue zuccheroso “emoglobina glicata”, “emoglobina A1c” o “HbA1c”.

Più il livello di HbA1c è alto, più sono presenti particelle di emoglobina saccarificate nel sangue. Questo significa che i tuoi livelli di zucchero nel sangue sono aumentati in questo periodo. Nei paesi germanofoni, il valore HbA1c viene normalmente indicato come un valore percentuale che descrive la proporzione di HbA1c dell’emoglobina totale. I medici usano questo valore per diagnosticare il diabete mellito[13].

Quali valori di HbA1c sono normali? – Una panoramica

Valore HbA1c

Spiegazione

< 5,7 per cento

Campo normale

5,7 per cento < 6,5 per cento

Area grigia ( pre-diabete ) - approfondisci

= 6,5 per cento

Aumentato (possibile diabete) - devi approfondire

6,5 - 7 per cento come campo targer per diabetici

Se il tuo valore HbA1c si trova nella cosiddetta area grigia, i medici parlano di prediabete. In questa area, il rischio di sviluppare il diabete aumenta, soprattutto nelle persone in sovrappeso e che seguono una dieta squilibrata. Una dieta salutare e un esercizio sufficiente possono minimizzare questo rischio. Se il tuo valore è superiore o equivalente al 6.5 per cento, i medici ti diagnosticherebbero il diabete. Un test complessivo del sangue permette ai medici di confermare la diagnosi.

In breve – Zucchero nel sangue e HbA1c:
Il valore dello zucchero nel sangue indica quanto glucosio è presente nel sangue. Il valore HbA1c serve come memoria a lungo termine per il nostro contenuto di zucchero nel sangue. Esso comunica il livello di zucchero nel sangue degli ultimi tre mesi. Entrambi i parametri sono fondamentali nella diagnosi del diabete mellito e sono molto importanti per i diabetici.

Cause dell’iperglicemia e dell’ipoglicemia

Esistono diversi fattori che possono far crescere o diminuire lo zucchero nel sangue. Di norma, gli ormoni ristabiliscono l’equilibrio tra queste oscillazioni. In ogni caso, questo processo funziona fino a un certo punto nei diabetici. Di conseguenza, il loro equilibrio di zucchero nel sangue oscilla di più provocando frequenti ipoglicemiee iperglicemie.

Cosa causa l’ipoglicemia?

Se la quantità di insulina è troppo elevata, il livello di zucchero nel sangue cala rapidamente: troppo zucchero accede alle cellule. Le seguenti condizioni possono ridurre il tuo livello di zucchero nel sangue in maniera notevole[14]:

  • Utilizzo di più insulina e farmaci rispetto a quelli necessari
  • Attività fisica intensa
  • Stress elevato
  • Consumo elevato di alcool
  • High stress load
  • Digiunare e saltare i pasti (soprattutto nel diabete di tipo 1)

Non dovresti sottovalutare l’ipoglicemia: è necessario contrastare la riduzione del livello di zucchero nel sangue. Porta sempre con te un glucometro per evitare le conseguenze pericoloso dell’ipoglicemia.

Buono a sapersi: In casi rari, anche i tumori benigni possono portare all’ipoglicemia. Il cosiddetto insulinoma produce insulina in eccesso, il che fa crollare il livello di zucchero nel sangue. In Germania, una persona ogni 200 rischia di sviluppare un insulinoma. Il rischio è maggiore nelle persone sopra i 50 anni [15].

Cosa aumenta i livelli di zucchero nel sangue

Iperglicemia influenza prevalentemente i diabetici. Il glucosio rimane nel sangue a causa di una carenza di insulina. I livelli di zucchero nel sangue possono aumentare anche a causa di[16]:

  • stress elevato
  • utilizzo di preparati al cortisone
  • infezioni
  • scarsa attività fisica

Sintomi dell’ipoglicemia e dell’iperglicemia

Le oscillazioni dei livelli di zucchero nel sangue non passano inosservate. Il cuore aumenta il battito, si soffre di confusione e il tuo stato emozionale oscilla tra l’ansia e la rabbia. L’ipoglicemia e l’iperglicemia possono essere pericolose se non agisci subito. Il problema con gli squilibri di zucchero nel sangue: più ne soffri, peggio stai nel corso del tempo. Le persone che soffrono frequentemente di ipoglicemia notano che il loro zucchero nel sangue è basso e questo può avere delle conseguenze serie [17, 18].

Come posso capire se il mio livello di zucchero nel sangue è basso o alto?

Ipoglicemia[15]

Iperglicemia[16]

Battito cardiaco accelerato

Frequente minzione

Appetito vorace

Aumento della sete

difficoltà a concentrarsi, affaticamento, confusione attacchi di panico, sfoghi emozionali

Affaticamento

sudorazione eccessiva, brividi, ginocchia indebolite

Mal di testa

Trattamento - Ottimizzare lo zucchero nel sangue e il HbA1c

6 consigli per valori di zucchero del sangue migliorati a lungo termine

Per un buon valore regolare di HbA1c sono fondamentali dei test regolari dal proprio medico. In ogni caso, in coloro che soffrono vi è una grossa responsabilità. La giusta terapia medica o quantità di insulina può essere usata per regolare i livelli dello zucchero nel sangue. Comunque, nel caso di oscillazioni, i pazienti devono agire correttamente per prevenire problemi cardiaci. Sarebbe meglio se ne fossero informati non solo i diabetici, ma anche i suoi parenti, amici e partner.

Cosa devo fare in caso di ipoglicemia?

Devi agire rapidamente! L’ipoglicemia viene meglio trattata con gli zuccheri rapidamente assorbiti: destrosio, dolci, Coca Cola e succhi. In base al valore, si raccomanda di usare i seguenti rimedi. Dopo 15 minuti dovresti controllare che il valore non sia aumentato[20].

Zucchero nel sangue:
livello

Destrosio

Coca Cola

Livello
regolare

Succo di
frutta

< 80 mg / dl

1 compressa

50 ml

1 cucchiaino diluito in acqua

100 ml

< 70 mg / dl

1. 5 compresse

75 ml

1.5 cucchiaini diluiti in acqua

150 ml

< 60 mg / dl

2 compresse

100 ml

1 cucchiaio diluito in acqua

200 ml

< 50 mg / dl

2.5 compresse

125 ml

1.5 cucchiaio diluito in acqua

250 ml

Cosa dovrei fare se il mio livello di zucchero nel sangue non aumenta?

Non puoi essere solo in una situazione come questa! Considera le seguenti azioni[21]:

  • Cerca aiuto. Dillo al tuo partner, vicino o alla persona che ti sta più vicina.
  • Continua a consumare carboidrati rapidamente assorbiti e controlla i valori ogni 15 minuti.
  • Se il valore cala significativamente, contatta il 118.
  • Cerca di avere sempre una siringa di glucagone a portata di mano. Il Glucagone è l’antagonista dell’insulina e aumenta il livello di zucchero nel sangue.

Come posso ridurre il livello di zucchero nel sangue?

Puoi contrastare un elevato livello di zucchero nel sangue con l’insulina. Il tuo medico deciderà la quantità di insulina necessaria in caso di iperglicemia. L’esercizio fisico può diminuire il tuo zucchero nel sangue, ma se sviluppi l’iperglicemia il tuo zucchero nel sangue aumenterà notevolmente grazie all’esercizio fisico [22].

Quale è il modo migliore di ridurre un valore elevato di HbA1c?

Con il giusto farmaco e stile di vita, puoi migliorare il tuo valore di HbA1c e tenerlo a un livello ottimale. Questo è particolarmente importante per le persone che soffrono di diabete. In quanto diabetico, dovresti controllare i tuoi livelli di HbA1c ogni tre mesi e i tuoi livelli di zucchero nel sangue diverse volte al giorno. Continua a consumare una dieta salutare. In molti casi, i diabetici di tipo 2 sono talmente in grado di controllare la propria malattia cambiando la dieta e perdendo peso da dover assumere soltanto pochi farmaci[23, 24, 25].

Diabete di tipo 1

Diabete di tipo 2

Regola la terapia di insulina correttamente

Regola la terapia di insulina e di farmaci correttamente

Fai regolare attività fisica

Fai esercizio regolarmente, perdi peso

Evita alimenti ad alto indice glicemico

Evita alimenti ad alto indice glicemico, mangia salutare

Controlla regolarmente lo zucchero nel sangue

Discuti il continuo controllo dello zucchero nel sangue con il tuo medico

Controlla regolarmente lo zucchero nel sangue

Controlla il valore HbA1c ogni tre mesi

Controlla il valore HbA1c ogni tre mesi

Magnesio - Un aiuto per il diabete di tipo 2?

Integratori alimentari contenenti Magnesio possono aiutare i diabetici di tipo 2 per tenere sotto controllo il proprio zucchero nel sangue. Il minerale promuove l’efficacia dell’insulina. Questo permette al corpo di trasportare più zucchero nelle cellule [26].

Cos’è l’indice glicemico?

L’indice glicemicoindica quanto rapidamente lo zucchero nel sangue cresca quando consumi un certo alimento. Più in alto e più velocemente cresce lo zucchero nel sangue, di più insulina ha bisogno il tuo corpo. Per esempio, i prodotti di farina bianca, il riso, la zucca e i dolci sono alimenti con un elevato indice glicemico. I prodotti integrali e la frutta non fanno crescere i livelli di zucchero nel sangue così drasticamente[27].

Conoscenza attuale: Digiuno intermittente nel diabete mellito di tipo 2

Il digiuno intermittente sta ricevendo maggiore importanza. Durante il giorno dovresti digiunare per 16 ore, durante cui dovresti bere solo acqua e tè. Puoi mangiare nelle restanti otto ore. Il metodo più conosciuto consiste in consumare due pasti tra le 12:00 e le 20:00, seguito da un digiuno. Secondo uno studio contenuto nel World Journal of Diabetes, il digiuno intermittente può aiutare i diabetici di tipo 2 a migliorare i propri livelli di zucchero nel sangue e a perdere peso. I lunghi periodi di digiuno immobilizzeranno il tuo zucchero nel sangue e il tuo metabolismo consumerà le riserve di grasso. Ricordati che non appena il tuo pancreas rilascia insulina, il tuo metabolismo viene interrotto[28, 29].

Cosa deve sapere un diabetico prima di fare attività fisica?

Se stai facendo attività fisica, dovresti controllare il tuo zucchero nel sangue un’ora prima. Se il valore è inferiore a 100 milligrammi per decilitro, dovresti assumere due compresse di destrosio o una banana. Se il valore è superiore ai 200 milligrammi per decilitro o sotto gli 80 milligrammi per decilitro, dovrai aspettare che il tuo valore si sia normalizzato. È anche meglio controllare il tuo livello di zucchero nel sangue anche dopo l’esercizio fisico, poiché nel corso di esso non noterai ipoglicemia[22].

Importante: Non dovresti controllare solo il tuo zucchero nel sangue prima di esercizi fisici, ma anche prima di guidare un veicolo!

Test dell’HbA1c

Il valore di HbA1c è il parametro più importante per esaminare l’attuale controllo dello zucchero del sangue in un diabetico. In aggiunta ai diabetici, le persone con alto rischio di diabete dovrebbero controllare i propri livelli di zucchero nel sangue. Se sei sovrappeso e hai una storia familiare di diabete, è una buona idea controllare il valore.

Un test HbA1c è benefico per le seguenti ragioni[30]:

  • Non devi condurlo a stomaco vuoto.
  • Puoi controllarlo in qualsiasi momento.
  • Fornisce informazioni riguardo al tuo zucchero nel sangue degli ultimi tre mesi.
  • Richiedi soltanto una piccola quantità di sangue.

Chi controlla il valore HbA1c?

test dello zucchero nel sangue a lungo termine I medici, i diabetologi e alcuni farmacisti possono controllare i tuoi livelli di zucchero nel sangue a lungo termine; ma è anche possibile condurre un test a casa. Per il Test dell’HbA1c di cerascreen®, estrai una piccola quantità di sangue dal tuo polpastrello. Un laboratorio specializzato analizzerà il campione di sangue per determinare il tuo zucchero nel sangue a lungo termine e lo userà per calcolare lo zucchero nel sangue medio degli ultimi tre mesi.

Valore di zucchero nel sangue HbA1c blood – A vista d’occhio

Cos’è il valore HbA1c?

Il valore HbA1c si chiama anche zucchero nel sangue a lungo termine. Esso fornisce delle informazioni sul livello di zucchero nel sangue medio nel corso degli ultimi tre mesi. Nei paesi germanofoni, normalmente il valore HbA1c viene indicato come un valore percentuale internazionalmente anche in millimoli per mole (mmol/mol).

Cosa indica il valore HbA1c?

Se il valore HbA1c è superiore al 6.5 per cento, il tuo zucchero nel sangue è troppo elevato. Potresti soffrire di diabete. Con un valore compreso tra il 5.7 e il 6.5 per cento, il tuo rischio di diabete è alto. Il diabete mellito è una condizione associata a squilibri dello zucchero nel sangue. Questo viene causato da una carenza di insulina.

Come posso ridurre il mio valore di HbA1c?

Al fine di ottimizzare il tuo valore HbA1c, noi consigliamo: attività fisica regolare, una dieta equilibrata, una terapia farmacologica appropriata e controllo regolare dello zucchero nel sangue e dell’HbA1c. Si ritiene inoltre che il digiuno intermittente aiuti i diabetici di tipo 2, secondo l’opinione degli ultimi studi.

Cosa accade in caso di un’ipoglicemia o di un’iperglicemia?

L’ipoglicemia si verifica quando un eccesso di insulina fa cadere il livello di glucosio. L’attività fisica intensa può far diminuire lo zucchero nel sangue. L’iperglicemia si manifesta quando non è presente sufficiente insulina nel corpo o quando sei stressato. Se sei ipoglicemico fai più fatica a concentrarti, le tue ginocchia saranno indebolite e noterai una sudorazione eccessiva. L’iperglicemia si manifesta con una necessità maggiore di urinare e una forte sensazione di sete.


Fonti

  1. Pschyrembel Online | Insulin, https://www.pschyrembel.de/Insulin/H07H2/doc/
  2. Pschyrembel Online | Diabetes mellitus, https://www.pschyrembel.de/Diabetes%20mellitus/K05U4
  3. Bundeszentrum für Ernährung. Typ-1-Diabetes, https://www.bzfe.de/inhalt/pressemeldung-6214.html
  4. Helmholtz Zentrum München. Schwangerschaftsdiabetes tritt bei ca. 4,5 % auf, https://www.diabetesinformationsdienst-muenchen.de/erkrankungsformen/schwangerschaftsdiabetes/verbreitung/index.html
  5. National Health Service. Gestational diabetes, https://www.nhs.uk/conditions/gestational-diabetes/
  6. Bundeszentrum für Ernährung. Typ-2-Diabetes, https://www.bzfe.de/inhalt/pressemeldung-6994.html
  7. Bundeszentrum für Ernährung. Wie Stillen vor Diabetes schützt: Der Stoffwechsel verändert sich, https://www.bzfe.de/inhalt/wie-stillen-vor-diabetes-schuetzt-27778.html
  8. Bundesärztekammer (BÄK), Kassenärztliche Bundesvereinigung (KBV), Arbeitsgemeinschaft der Wissenschaftlichen Medizinischen Fachgesellschaften (AWMF). Nationale VersorgungsLeitlinie Therapie des Typ-2-Diabetes – Langfassung, 1. Auflage. Version 4. 2013, zuletzt geändert: November 2014. Available from: www.dm-therapie.versorgungsleitlinien.de; [cited: 02.11.2018]; DOI: 10.6101/AZQ/000213
  9. pmhdev: Blood Glucose Monitoring - National Library of Medicine, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmedhealth/PMHT0024698/
  10. WHO | Diabetes programme, http://www.who.int/diabetes/en/
  11. Freckmann, G., Hagenlocher, S., Baumstark, A., Jendrike, N., Gillen, R.C., Rössner, K., Haug, C.: Continuous Glucose Profiles in Healthy Subjects under Everyday Life Conditions and after Different Meals. J. Diabetes Sci. Technol. Online. 1, 695–703 (2007)
  12. Guinness World Records. Highest blood sugar level, http://www.guinnessworldrecords.com/world-records/highest-blood-sugar-level
  13. Neal, B., Perkovic, V., Mahaffey, K.W., de Zeeuw, D., Fulcher, G., Erondu, N., Shaw, W., Law, G., Desai, M., Matthews, D.R.: Canagliflozin and Cardiovascular and Renal Events in Type 2 Diabetes. N. Engl. J. Med. 377, 644–657 (2017). doi:10.1056/nejmoa1611925
  14. Mayo Clinic. Hypoglycemia - Symptoms and causes, http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/hypoglycemia/symptoms-causes/syc-20373685
  15. Informationen für Patienten und Fachleute aus erster Hand - Schwerpunkt: Endokrinologie / Diabetologie, http://www.diabetes-deutschland.de/insulinom/
  16. Mayo Clinic. Hyperglycemia in diabetes - Symptoms and causes, http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/hyperglycemia/symptoms-causes/syc-20373631
  17. Spero, D., BSN, RN: Low Blood Sugar Symptoms But Normal Levels, https://www.diabetesselfmanagement.com/blog/low-blood-sugar-symptoms-but-normal-levels/
  18. American Diabetes Assiciation. Hypoglycemia (Low Blood Glucose), http://www.diabetes.org/living-with-diabetes/treatment-and-care/blood-glucose-control/hypoglycemia-low-blood.html
  19. Blutzucker versus Denkleistung, https://www.bzfe.de/inhalt/pressemeldung-7371.html
  20. National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney DIseases (NIDDK). Low Blood Glucose (Hypoglycemia), https://www.niddk.nih.gov/health-information/diabetes/overview/preventing-problems/low-blood-glucose-hypoglycemia
  21. Blauw, H., Wendl, I., DeVries, J.H., Heise, T., Jax, T., PCDIAB consortium: Pharmacokinetics and pharmacodynamics of various glucagon dosages at different blood glucose levels. Diabetes Obes. Metab. 18, 34–39 (2016). doi:10.1111/dom.12571
  22. Shugart, C., Jackson, J., Fields, K.B.: Diabetes in Sports. Sports Health. 2, 29–38 (2010). doi:10.1177/1941738109347974
  23. Pettus, J., Stenger, P., Schachner, H.C., Dunne, N., Parkes, J.L., Pardo, S., Edelman, S.V.: Testing versus guessing blood glucose values: impact on self-care behaviors in type 2 diabetes. Curr. Med. Res. Opin. 30, 1795–1802 (2014). doi:10.1185/03007995.2014.929097
  24. Pan, B., Ge, L., Xun, Y.-Q., Chen, Y.-J., Gao, C.-Y., Han, X., Zuo, L.-Q., Shan, H.-Q., Yang, K.-H., Ding, G.-W., Tian, J.-H.: Exercise training modalities in patients with type 2 diabetes mellitus: a systematic review and network meta-analysis. Int. J. Behav. Nutr. Phys. Act. 15, 72 (2018). doi:10.1186/s12966-018-0703-3
  25. Hermanns, N., Schumann, B., Kulzer, B., Haak, T.: The impact of continuous glucose monitoring on low interstitial glucose values and low blood glucose values assessed by point-of-care blood glucose meters: results of a crossover trial. J. Diabetes Sci. Technol. 8, 516–522 (2014). doi:10.1177/1932296814524105
  26. Division of Nutritional Epidemiology, National Institute of Environmental Medicine, Karolinska Institutet, Stockholm, Sweden. Magnesium intake and risk of type 2 diabetes: a meta-analysis. - PubMed - NCBI, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17645588
  27. American Diabetes Association. Glycemic Index and Diabetes, http://www.diabetes.org/food-and-fitness/food/what-can-i-eat/understanding-carbohydrates/glycemic-index-and-diabetes.html
  28. Barnosky, A.R., Hoddy, K.K., Unterman, T.G., Varady, K.A.: Intermittent fasting vs daily calorie restriction for type 2 diabetes prevention: a review of human findings. Transl. Res. J. Lab. Clin. Med. 164, 302–311 (2014). doi:10.1016/j.trsl.2014.05.013
  29. Arnason, T.G., Bowen, M.W., Mansell, K.D.: Effects of intermittent fasting on health markers in those with type 2 diabetes: A pilot study. World J. Diabetes. 8, 154–164 (2017). doi:10.4239/wjd.v8.i4.154
  30. Saudek, C.D., Brick, J.C.: The Clinical Use of Hemoglobin A1c. J. Diabetes Sci. Technol. Online. 3, 629–634 (2009)